Lunedi, 25 settembre 2017 - ORE:19:06

6° Giornata Serie A: Juve e Napoli sempre al comando, con Inter e Lazio al 3° posto


Dopo il primo mese di campionato la Juventus, che sembrava avviata verso la facile conquista del secondo scudetto consecutivo, sembra aver trovato pane per i suoi denti: il drappello di inseguitrici capeggiate dal Napoli sono infatti riuscite a vincere meritatamente, guadagnandosi il titolo di anti-juve. Unica nota stonata del campionato rimane il Milan, che nonostante abbia un Faraone rinnovato in casa non riesce a vincere a Parma e rimane nella parte destra della classifica.

PARMA-MILAN: Il Milan non riesce a centrare la seconda vittoria consecutiva nella trasferta a Parma, dove il risultato si fissa sull’ 1-1. Tra le fila dei rossoneri il migliore è sicuramente El Shaarawy, autore del gol su azione personale (50′) e di altri buone giocate. Meno bene il resto del Milan, con delle brutte prestazioni di Boateng e Abbiati. Il pareggio del Parma arriva proprio su un errore di Abbiati, che non arriva su una punizione deviata di Galloppa.

JUVENTUS-ROMA: La Juve schiacciasassi si ripete ancora contro la Roma, rifilando un pesante 4-1 alla squadra di Zeman, dopo il 4-0 dell’anno scorso agli uomini di Luis Enrique. I giallorossi entrano in campo con una voglia prossima allo zero e con una mentalità di gioco al limite dell’harakiri, trovandosi sotto di 3 reti dopo soli 19 minuti. A firmare il vantaggio è Pirlo su punizione (dubbia a dire il vero), con la palla che viaggia in mezzo ad una selva di gambe e si insacca alla sinistra di Stekelemburg (11′). Il raddoppio è firmato da Vidal su rigore (il 5° in 6 giornate) al minuto 16 e il terzo gol è siglato da Matri, che stoppa e segna dopo un gran lancio di Vidal (19′). il secondo tempo è solo allenamento per la Juve, che subisce il gol su rigore di Osvaldo e poi cala il poker con Giovinco al novantesimo, che scarta il portiere e segna a porta vuota. Se non ci fosse il Napoli, forse il campionato avrebbe già la sua regina.

UDINESE-GENOA: L’appuntamento di pranzo è sicuramente il più noiosa tra tutti quelli proposti nella sesta giornata. I friulani, orfani del loro top player a causa di uno screzio con Guidolin, non riescono né a creare né a finalizzare nessuna palla, facendo rimpiangere giocatori come Sanchez, Torje, Floro Flores, ma anche l’infortunato Muriel. Il Genoa d’altro canto fa la sua partita sapendo che il pareggio era cosa gradita fin dall’inizio e portando quindi a casa un punto utile per smuovere la classifica.

ATALANTA-TORINO: La partita più incredibile è sicuramente quella di Bergamo, dove il Torino annichilisce i padroni di casa grazie a Bianchi (2 reti) e Cerci (3 assist). Eppure l’Atalanta era partita bene, trovando la rete con Denis (28′) e creando non pochi grattacapi alla difesa grazie a De Luca. Poi il black out, che ha portato prima della fine del primo tempo al pareggio su rigore di Bianchi (38′). nel secondo tempo poi il Torino ha preso il controllo del gioco e del campo, segnando con Gazzi (62′), Stevanovic (66′), D’Ambrosio (73′) e ancora Bianchi (76′). Per il Torino quindi grande prestazione e sesto posto a 8 punti, mentre l’Atalanta viene sconfitta in casa e rimane a quota 5, appena sopra la zonza retrocessione.

PALERMO-CHIEVO: Il Palermo del “vecchio” Miccoli (come definito dal Presidente Zamparini) riesce a trovare la prima vittoria della gestione Gasperini per 4-1 ai danni di un Chievo che non riesce ancora a trovare la quadratura del cerchio (sono 5 le sconfitte con una sola vittoria). Le reti dei siciliani portano la firma di Miccoli, che timbra il cartellino 3 volte (13′, 59′ e 82′) trovando per ultimo un gol incredibile al volo da 40 metri. Il momentaneo pareggio era arrivato grazie a Marco Rigoni (27′), con rete del 3-1 firmata da Giorgi.

LAZIO-SIENA: La Lazio riesce a tenere il passo delle prime e a vincere contro una delle squadre più in forma del campionato, grazie alle grandi prestazioni di Ederson e Ledesma, autori dei 2 gol partita. Nelle file senesi il gol è arrivato grazie a Paci, che ha messo dentro con un colpo sotto misura da calcio d’angolo.

SAMPDORIA-NAPOLI: Anche il Napoli riesce a mantenersi al comando insieme alla Juve, lasciando a zero il numero delle sconfitte stagionali. La vittoria in questo caso arriva grazie ad un rigore dubbio (non si capisce se il fallo sia dentro o fuori area) siglato da Cavani. Buona anche la prestazione dei blucerchiati, che sono riusciti a mettere in difficoltà i partenopei fino al gol del vantaggio.

CAGLIARI-PESCARA: Il Pescara, dopo aver trovato la prima vittoria stagionale, non si ferma e vince 2-1 grazie alle reti di Terlizzi e Weiss, con la rete finale di Pinilla a sancire la prima sconfitta del post-Cellino.

BOLOGNA-CATANIA: Il Bologna riesce a battere 4-0 il Catania con un grande Gilardino, che butta dentro ogni palla data da Diamanti & Co. I gol dei bolognesi arrivano con Guarente (19′), doppio Gilardino (40′ e 61′) e infine Kone (95′). i siciliani non sono mai stati in partita e hanno meritato la sconfitta, consapevoli di dover costruire la loro classifica in casa.

INTER-FIORENTINA: Posticipo di ferro quello della sesta giornata, che propone una squadra in cerca di un modulo contro una che veniva da una grande prestazione in casa contro la prima della classe. La partita è stata vibrante ed accesa, con la vittoria finale dell’Inter per 2-1 che è stata meritata e giusta, anche se la Fiorentina esce dal campo a testa alta e senza nessun totale ridimensionamento. Il doppio vantaggio interista è stato firmato dalla Stramacoppia Cassano-Milito, con il secondo che ha segnato il primo rigore e il secondo che ha segnato il raddoppio con freddezza dopo l’assist di Ranocchia. Negli ultimi minuti del primo tempo è poi arrivato il gol di Romulo (40′), che aveva riaperto la gara. Nel secondo tempo le ripartenze veloci dell’Inter hanno rischiato più volte di chiudere la partita, ma le grandi parate di Viviano hanno permesso ai toscani di rimanere in partita. Alla fine è arrivata poi anche l’espulsione di Rodriguez, che ha dato la sconfitta alla Fiorentina e ha riportato l’Inter tra le prime della classe.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 5 minutes, 48 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.