Martedi, 24 ottobre 2017 - ORE:05:53

Durante Brasile-Croazia l’arbitro usa uno spray: cos’è?

arbitro usa uno spray

arbitro usa uno spray

Smartwatch free

Sì, avete visto bene, l’arbitro giapponese Nishimura ha usato una strana bomboletta per segnare una riga al calcio di punizione del Brasile. D’ora in poi sarà un’abitudine: prima del calcio di punizione verranno utilizzati degli spray istantanei della durata di un minuti che serviranno per segnare l’esatta distanza tra la barriera e il pallone.

La novità: d’ora in avanti l’arbitro usa uno spray per segnare la distanza tra pallone e barriera

A dirlo è il presidente della FIFA Sepp Blatter: lo spray rilascia una sostanza  bianca che si disperde  nell’aria nel giro di un minuto e permette all’arbitro di far mantenere ai giocatori la distanza regolamentare di 9.15 metri.

Questa precauzione è stata presa perché molti giocatori hanno l’abitudine di avvicinarsi al pallone a piccoli passi mentre l’arbitro è di spalle, rendendo quantomeno più complicato il passaggio della palla al di là della barriera.

L’ allenatore del Guangzhou Evergrande Marcello Lippi ha sperimentato il nuovo metodo durante la semifinale del Mondiale per club e ha detto che «è un’idea intelligente, ma per funzionare l’arbitro deve misurare correttamente la distanza da sé. Ci sono state due punizioni per il Bayern nelle quali la nostra barriera era a circa 15 metri di distanza».



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 1 minute, 41 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.