Lunedi, 20 novembre 2017 - ORE:06:36

Forte onda viola, lo scoglio Juve resiste


Smartwatch free

Fiorentina-Juventus è la storia di una rivalità che si rigenera e si acuisce sempre di più col passare degli anni. Firenze nutre rancore e semina odio nei confronti dei colori bianconeri da ormai trent’anni, e l’ultima vicenda legata al caso Berbatov, poco più di un mese fa, non ha fatto altro che inasprire il confronto e raffreddare ancor di più i già tesi e poco cordiali rapporti tra le due società.

Il sogno quasi proibitivo dei Della Valle, di battere la Juventus al Franchi dopo quindici anni dall’ultima volta, ed essere i primi a interrompere la lunghissima striscia di imbattibilità dei bianconeri in campionato, rimarrà tale ancora per un pò, custodito nel cassetto dei rimpianti viola, nella raccolta dei ricordi di ciò che poteva essere e invece non è stato.

Immaginiamo, infatti, che il rammarico più grande, per molti tifosi di casa, al termine dell’incontro, sia stato quello di non aver più potuto riavvolgere il film della partita, per riallacciarsi al treno delle emozioni che hanno costituito il filo conduttore del match, e per gioire di un epilogo diverso da quello già scritto.

Non sono bastate la spinta dei 43 mila dello stadio fiorentino e l’ottima prestazione disputata dai viola, per mettere in ginocchio una Juventus, più in difficoltà rispetto alle ultime uscite e che pare aver risentito sul piano psico-fisico dei troppi impegni ravvicinati che il calendario le proponeva in questo scorcio di stagione.

Gli uomini di Conte non pagano però a caro prezzo questo calo di rendimento, forti di uno spirito di gruppo e di una compattezza ormai da tempo consolidate.

La partita: I bianconeri partono bene.  Nel primo quarto d’ora sembra di vedere la solita Juve, grintosa e detrminata. Giovinco ci prova due volte; prima con un tiro bloccato a terra da Viviano, poi con una conclusione che non mette i brividi ai tifosi della Fiesole.

La Juventus, paradossalmente, è tutta qui. Si nota da subito che gli spazi concessi dalla Fiorentina alle avanzate bianconere sono ben pochi; e così gli ospiti cominciano ad arretrare, anche per merito di una Viola arrembante e molto intraprendente.

La superiorità dei padroni di casa a centrocampo è evidente ed è sottolineata dalla fluidità di manovra e dalla saggezza tattica di due interpreti come Pizarro e Borca Valero.

La traversa di Jovetic a pochi minuti dalla fine della prima frazione di gioco, spaventa ma non scuote i bianconeri, che poco dopo rischiano ancora di capitolare sull’incursione offensiva di Ljiaic.  Il talentino Serbo elude la marcatura di Chiellini e si invola verso la porta, ma a tu per tu con Buffon, spreca tutto, mandando a lato.

L’unica pecca di una prestazione, comunque da incorniciare per la Fiorentina, è appunto la scarsa incisività negli ultimi sedici metri.

Nella ripresa le occasioni più limpide per i Viola capitano sui piedi di Roncaglia e Cuadrado, e sulla testa di Pasqual. I loro tentativi non inquadrano lo specchio della porta per pochi centimetri, accarezzano il palo e quei sogni di gloria per i supporters gigliati che vanno ad infrangersi contro la grande solidità difensiva mostrata per l’ennesima volta dai bianconeri.

La Juventus ringrazia, porta a casa un buon punto, e si consacra come una squadra “ancora” da battere.

L’arbitro: La direzione e la gestione della gara da parte del Sig Tagliavento è stata ritenuta ineccepibile dall’ex arbitro e opinionista televisivo Cesari che ai microfoni di Premium dichiara: “Tagliavento ha confermato di essere un arbitro di spessore internazionale”.

Il turno completo: Stasera il resto delle partire che completano il tabellino del quinto turno di campionato. Spiccano i match del S.Paolo tra Napoli e Lazio, entrambe inseguitrici della Juventus capolista con 13 punti, e dell’Olimpico tra Roma e Sampdoria.La squadra di Zeman è chiamata all’esame di riparazione dopo la debacle interna contro il Bologna.

La quinta giornata si conclude con:

  • Catania – Atalanta
  • Chievo – Inter
  • Genoa – Parma
  • Milan – Cagliari
  • Pescara – Palermo
  • Siena – Bologna
  • Torino – Udinese


Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 4 minutes, 1 second
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.