Domenica, 24 settembre 2017 - ORE:01:05

Il Punto sugli Ottavi di Champions: Barcellona si conferma squadra da battere


Che il Barça fosse anche per quest’anno la squadra da battere, forse, tutti lo avevano preventivato. La vittoria in casa del Leverkusen dimostra quanto forte è la squadra di Guradiola, capace di battere i tedeschi con il minimo sforzo indispensabile.

Un secco 3-1, sofferto, è vero, ma micidiale in vista del ritorno al Camp Nou. Per una serata Sanchez, strapagato quest’estate per prelevarlo dall’Udinese, ruba il palcoscenico al re indiscusso Messi e con la sua doppietta diventa il trascinatore blaugrana. Eppure il Bayer era riuscito a pareggiare la partita con Kadlec e a sfiorare più volte il gol del vantaggio.

Con il Barça però, se non sfrutti al meglio le occasioni da gol, poi alla prima palla gol ti castiga. E, infatti, puntualmente prima Sanchez e poi Messi al ‘90 segnano rispettivamente il gol del vantaggio, il primo, e il gol della sicurezza, il secondo.
E il Real? La squadra del Mou vorrebbe rubare lo scettro a marziani catalani. Impresa quasi fatta nella Liga, ma in Champions è ancora tutto da valutare. Il pari in terra russa contro il modesto Cska, di certo non aiuta.

Il ritorno al Bernabeu, sicuramente, sarà un’altra storia, ma intanto i russi sono riusciti a togliersi la soddisfazione di fermare i galacticos almeno in casa e di arrivare a Madrid non già da spacciati. Al gol iniziale di Ronaldo risponde lo svedese Wernbloom al ’93, gelando (e non è un semplice modo di dire, dato il clima polare di Mosca) il Real.

Il Bayern Monaco, altra nobile del calcio europeo, cade sotto i colpi del sempre più sorprendente Basilea.
Gli svizzeri, dopo aver eliminato un certo Manchester United, fanno la voce grossa anche contro i bavaresi e vincono 1-0 in virtù della rete segnata da Stocker al minuto 86. Per il Bayern, che sogna la finale in casa all’Allianz Arena, la strada si fa in salita. Per fortuna la sconfitta in terra svizzera è ancora rimediabile nella gara di ritorno, dove però ci vorrà tutto un altro Bayern.

Nelle ultime due gare degli ottavi vince ma non convince il Lione contro l’Apoel 1-0, rete di Lacazette. Per i francesi si prospetta un ritorno difficilissimo, in un ambiente caldo come quello cipriota.

Mentre vince in casa il “nostro” Luciano Spalletti con il suo Zenit. 3-2 contro il Benifica ma i giochi sono ancora aperti. I portoghesi vanno in vantaggio con Maxi Pereira, ma poco dopo subiscono la rimonta russa firmata Shirokov e Semak. Nel finale pareggia Oscar Cardozo (B) approfittando di un clamoroso errore del portiere dello Zenit. Ma è ancora Shirokov, doppietta per lui, a siglare il definitivo vantaggio con un gran bel gol.

Insomma, partite ancora tutte da decidere per delle gare di ritorno che si annunciano emozionanti.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 59 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.