Giovedi, 27 luglio 2017 - ORE:06:50

La corsa ai 100 punti della Juventus di Conte

Juventus di Conte

Juventus di Conte
Questa che si avvia alla conclusione è stata una stagione diversa rispetto alle altre. All’ombra della Mole sono arrivati due attaccanti (Tevez e Llorente) che, insieme al resto della squadra,hanno reso possibile questo traguardo. E’ la prima volta che, nell’era Conte, il reparto offensivo ha garantito così tanti goal. Nelle due stagioni precedenti era il centrocampo che sfornava la maggior parte delle reti della compagine torinese.

La sintesi della corsa della Juve alla conquista del terzo scudetto consecutivo

La stagione della Juventus 2013/2014 inizia con la vittoria per 4-0 nella partita di Super Coppa contro la Lazio. L’incipit del campionato vede la Juventus continuare a vincere, ma alla terza giornata, a San Siro contro l’Inter, la “Vecchia Signora” è costretta ad accontentarsi di un pareggio.

Il periodo più buio per la compagine bianconera giunge il 20 Ottobre contro la Fiorentina. All’Artemio Franchi, dopo un iniziale vantaggio di 2-0, la squadra di Montella rimonta e vince con un improbabile 4-2.

Dopo la sconfitta, iniziano le prime critiche alla squadra che non appare più la “lo schiacciasassi” degli anni precedenti. Proprio la sconfitta contro la viola risulta essere lo stimolo che ha spronato i giocatori della Juventus. Gli uomini di Conte ritrovano la foga agonistica che li aveva caratterizzati negli anni precedenti.

Foga agonistica che, unita al bel gioco ed alla tecnica dei giocatori bianconeri, spinge la Juve a realizzare dodici vittorie consecutive. Tra queste vittorie, una tra le più importanti, è quella per 3-0 alla Juventus Stadium contro il Napoli di Benitez. La serie di vittorie bianconere viene interrotta dal pareggio per 1-1 all’Olimpico contro la Lazio.

Nonostante questo piccolo ostacolo,i giornalisti già parlano di scudetto bianconero. La Roma,unica rivale per la lotta al titolo,nonostante l’ottima stagione,non appare in grado di poter eguagliare i risultati del “panzer” che Antonio Conte ha creato. Infatti,la squadra di Rudi Garcia,come il Napoli, è stata battuta per 3-0 a Torino. Nonostante il distacco tra Juventus e Roma non fosse abissale,la squadra capitolina non è mai riuscita ad impensierire la compagine bianconera.

La squadra di Conte non vuole più fermarsi e macina sempre più punti. Tra partite sofferte e molte difficoltà, i bianconeri fanno sempre più passi avanti per raggiungere uno scudetto dal sapore storico. Solo poche squadre sono riuscite a vincere il titolo per tre anni consecutivi. Nonostante la sconfitta contro il Napoli, nel girone di ritorno, per 2-0, i bianconeri riescono ad andare avanti ed arrivano alla conquista del loro terzo scudetto consecutivo.

La Roma,con la sconfitta contro il Catania, ha permesso alla Juve di festeggiare alla 36 ° giornata di campionato. La “Vecchia Signora” vince senza neanche disputare la partita contro l’Atalanta, la matematica gli consente di festeggiare. Per tutta l’ Italia impazza la festa, i bianconeri sono Campioni d’ Italia.

Ovviamente non mancano le discussioni e le polemiche. Il terzo scudetto consecutivo per i tifosi bianconeri è il numero 32,per la Federcalcio ed il giudice sportivo è il numero 30. Nonostante il campionato sia ormai chiuso,continua ancora darci molte emozioni. La Juventus, nella penultima giornata di campionato, affronta la Roma allo Stadio Olimpico della capitale. “La zebra nella tana del lupo”. I ragazzi di Rudi Garcia ci tengono a fare bella figura e a non permettere ai loro “rivali” di raggiungere quota 100. Se la Juventus arrivasse a quota 100,sarebbe la prima squadra in assoluto a raggiungere tale obiettivo nei maggiori campionati europei.

Contro la Roma Osvaldo regala i 3 punti al 94′ minuto

Quella che poteva essere una partita scudetto, è diventata una partita da giocare solo per l’onore. La Roma ci ha provato in tutti i modi a fermare la Juve, ma non ci è riuscita. Al 94” minuto di recupero, Pablo Osvaldo, grande ex della sfida, dopo esser subentrato a Llorente,con un destro ad incrociare, regala i 3 punti alla “Vecchia Signora” e zittisce i fischi dei tifosi capitolini che avevano accompagnato il suo ingresso. Quella all’Olimpico è stata l’ultima trasferta per la Juventus. Il 18 Maggio, a Torino,dopo la partita contro il Cagliari, ci sarà la consegna ufficiale dello scudetto. Non solo i tifosi bianconeri dovrebbero applaudire la squadra di Conte, ma tutti gli sportivi italiani. I bianconeri hanno dimostrato di aver meritato lo scudetto. Con o senza i 100 punti, la Juventus è campione di Italia.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 4 minutes, 34 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.