Mercoledi, 16 agosto 2017 - ORE:23:44

L’onda azzurra di Prandelli si infrange contro il muro USA


La formazione americana guidata dal tecnico tedesco Jurgen Klinsmann, vince per 1-0 sul campo del Luigi Ferraris di Genova. La rete decisiva è messa a segno dal talento del Fulham Dempsey al 9’ della ripresa.

Si tratta di un successo storico per la selezione a stelle e strisce che non aveva mai battuto la nostra nazionale in amichevoli e partite ufficiali. L’affermazione degli statunitensi risuona anche come una parziale rivincita da parte di Klinsmann dopo la delusione al Mondiale tedesco del 2006, quando la sua Germania subì la cocente eliminazione in semifinale per mano dell’Italia di Marcello Lippi, nella ( per noi) magica notte di Dortmund.

Il ritorno a Marassi per i giocatori di Mister Prandelli si rivela, invece, “amaro” come l’ultima apparizione degli azzurri nello stadio genovese datata 12 0ttobre 2010, quando la partita Italia-Serbia valevole per le qualificazioni alla fase finale dei campionati Europei fu sospesa a causa di pericolose azioni di guerriglia scatenate sugli spalti dai tifosi serbi.

Questa volta ha parlato il campo: L’Italia, scesa sul terreno di gioco senza mordente, imposta la gara su ritmi compassati e stenta a creare situazioni pericolose per gli avversari. Solo in poche occasioni si affaccia minacciosamente dalle parti di Howard.( le uniche volte che riusciamo a presentarci negli ultimi 16 metri, i nostri attaccanti sono in posizione di Off-Side).Ci provano Matri e Giovinco a far male davanti, ma con pochi risultati. Gli Usa rispondono con ordine e ripartenze calibrate. Dempsey ci prova su punizione. Buffon è attento e respinge con i pugni. Sono gli unici squilli di un primo tempo che si chiude a reti inviolate e piuttosto avaro di emozioni.

Nella ripresa Prandelli ridisegna tatticamente la squadra in una sorta di4-2-3-1 a trazione anteriore, inserendo i vari Chiellini, Abate ,Montolivo per dare impulso ad una manovra scevra di geometrie collaudate ed apprezzabili. Entrano anche Pazzini e l’esordiente Borini della Roma ma, come già detto, sono gli americani a passare al nono giro di lancetta. Altdore fa sponda per Dempsey che con un destro di controbalzo a incrociare batte Buffon sul palo lungo.

Da lì in poi l’affannosa e poco lucida reazione degli azzurri si risolve in una supremazia territoriale che rimane però a lunghi tratti sterile. L’unico vero lampo della seconda frazione lo regala Pirlo che inventa per Abate:Il giovane milanista crossa corto e teso in mezzo all’area, ma la difesa statunitense respinge. Gli ultimi tentativi capitano sul piede destro di Borini, per due volte, e su quello di Montolivo che manda a lato di un soffio una conclusione di esterno dal limite. Non c’è più tempo. I 90 minuti terminano con una sconfitta per i nostri ragazzi.
L’Italia a 100 giorni dall’esame europeo appare comunque un gruppo solido che tuttavia deve ancora migliorare alcune situazioni di gioco, soprattutto quelle sotto porta.

Sul fronte Usa Klinsmann aveva dichiarato: “Veniamo per imparare qualcosa contro questa grande nazionale”. Indubbiamente la prestazione fornita dalla sua squadra ieri sera è stata importante e ha evidenziato una crescita da parte di tutto il movimento calcistico statunitense degli ultimi anni, dovuto alla notevole esperienza acquisita da molti elementi nel giro della nazionale americana che militano nei più importanti campionati europei. Inoltre gran parte delle società della Major League (campionato statunitense) si avvalgono di strutture più moderne e funzionali per i loro professionisti rispetto alle nostre ancora obsolete e fatiscenti. E allora perché non Poter trarre anche noi il buon esempio, nell’interesse e nel rispetto delle nostre future giovani leve?



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 53 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.