Venerdi, 16 novembre 2018 - ORE:00:04

Roma Caput.. dell’Italia calcistica: breve rivelazione o già realtà consacrata?

Roma

Roma Caput

La Roma vince e convince in questo inizio di campionato

Miglior attacco e migliore difesa d’Europa, insieme a quella del Tottenham, con appena una rete incassata in cinque match ( sei in meno delle reti subite nella passata stagione dopo quattro gare disputate): sono questi i numeri impressionanti di una Roma diventata improvvisamente irriconoscibile, in senso positivo, rispetto a quella spregiudicatamente zemaniana dello scorso campionato.

Roma Caput della serie a? Il merito è del nuovo allenatore?

Finalmente si inizia ad intravedere la mano di un allenatore che con fermezza e grande professionalità sta ogni giorno di più integrandosi con l’ambiente giallorosso, trasmettendo nuova fiducia e serenità allo spoiatoio e ai tifosi: la squadra recepisce e applica senza troppe difficoltà quei nuovi meccanismi di gioco che segnano, in modo palese, la differenza tra le varie  impostazioni date alla squadra nelle precedenti, fallimentari gestioni, e il sistema di gioco spumeggiante ma concreto approntato dal neo tecnico francese ex Lille, capace di ricalibrare gli scompensi a livello tattico di quella Roma troppo sconnessa e colpevolmente vulnerabile in difesa targata Zeman.

Inoltre, se andiamo ad analizzare il mercato giallorosso, soprattutto in entrata, vediamo quanti giocatori di comprovata esperienza internazionale, che per qualità e caratteristiche sono considerati rinforzi utili alla causa capitolina, siano approdati alla corte di Garcia: si va da Maicon a Benatia, passando per la giovane promessa olandese Strootman e l’ex Arsenal Gervinho, quest’utlimo autore della rete che ha permesso ai giallorossi di blindare il successo di Marassi contro la Sampdoria e consolidare così il primato davanti a Napoli, Juventus e Inter.

Rimane comunque prudenza in virtù della corsa allo scudetto

A frenare l’euforia dilagante, che in queste settimane sta contagiando buona parte del mondo di fede romanista, ci ha però pensato lo stesso tecnico transalpino che, nel dopogara di Samp-Roma, di fronte ai microfoni di Mediaset Premium, ha ironicamente fatto intendere di non conoscere il significato della parola “scudetto“.

Un’ironia che maschera e allo stesso tempo indica un atteggiamento ben più orientato alla prudenza piuttosto che ad una ingiustificata presunzione: è ancora troppo presto per pronosticare una Roma già all’altezza delle grandi e in grado di lottare per le zone nobili della graduatoria.

Tuttavia la nota confortante per i sostenitori giallorossi è che i quindici punti raccolti in appena 5 gare hanno già il sapore di una seria ipoteca su una stagione forse non più anonima, magari coronata da un ritorno importante sulla scena internazionale.

Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 7 seconds
Scrivi la tua opinione

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.