Domenica, 22 ottobre 2017 - ORE:06:47

9° Giornata Serie a: perdono le romane, solo l’Inter tiene il passo delle prime due


9 giornata campionato

9° giornata campionato Serie a

SIENA-PALERMO= Partita avara di emozioni quella tra i toscani e i siciliani, con le principali occasioni solo nel secondo tempo. In tutta la partita solo Miccoli e Dybala hanno avuto occasioni per sbloccare la partita, ma Pegolo ha sempre fatto buona guardia. Alla fine il pareggio è sicuramente il risultato più giusto, anche se non serve a nessuno. Il Siena rimane ultimo in classifica con 3 punti, il Palermo penultimo con 7.
MILAN-GENOA= Ritorna a vincere anche il Milan di Allegri, dopo una gara sofferta e risolta solo nel secondo tempo da El Shaarawi (77′). La squadra di Milano era riuscita nel primo tempo a collezionare soltanto un tiro in porta, e anche nel secondo tempo le occasioni create sono state veramente poche. Solo una discesa di Abate con cross al centro e tap-in del Faraone hanno portato il gol sperato e i 3 punti che servono come l’aria alla compagine di Allegri. Rimandato il Genoa di Del Neri, che rimane fermo a 9 punti, scavalcato proprio dal Milan che ora è a 10.

Smartwatch free

CATANIA-JUVENTUS= Antipasto della domenica è la sfida al Massimino, che vede davanti i rossoblu di Sicilia guidati dal tandem Bergessio-Gomez contro la capolista orfano di Marchisio e con la prima di titolare di Bendtner. La partita è vibrante e decisa dagli episodi: nel primo tempo viene annullato un gol regolare a Bergessio (25′), mentre nel secondo tempo viene dato buono il gol della Juventus di Vidal (57′), con Bendtner che era però in evidente fuorigioco. Queste due decisioni arbitrali hanno reso la partita molto nervosa, portando anche all’espulsione di Marchese; nel dopo partita furioso il presidente del Catania: “Mai vista una cosa del genere. Il gol di Bergessio è stato annullato dalla panchina bianconera. Che credibilità può avere un movimento in cui un tesserato è in grado di interferire concretamente sulle decisioni dell’arbitro?”

PESCARA-ATALANTA= Altra partita avara di emozioni quella tra Pescara ed Atalanta, con prove opache di entrambe le compagini e un pareggio già scritto dopo pochi minuti di gioco. La classifica però non sorride a nessuna delle 2, visti gli 8 punti della squadra di casa e i 9 di quella in trasferta. Nota stonata per l’Atalanta è l’espulsione per somma di ammonizioni per Peluso, che salterà il turno infrasettimanale.

FIORENTINA-LAZIO= Grande vittoria in campionato per la Fiorentina, che batte una Lazio lanciatissima e si ripropone ai piani alti del campionato. Nel primo tempo la prima grande occasione è per Fernandez, che al minuto 27 ha la possibilità di segnare su rigore ma colpisce il palo. La viola riesce comunque a passare in vantaggio grazie a Ljajic, che parte dalla sinistra, rientra sul destro e scarica una botta sotto l’incrocio (46′). Nel secondo tempo la partita si fa più nervosa, perché prima viene annullato un gol regolare a Mauri e poi vengono espulsi Ledesma (somma di ammonizioni) e Hernanes (fallo da dietro). Alla fine la Fiorentina riesce anche a chiudere la partita con una grande girata di Toni (90′).

SAMPDORIA-CAGLIARI= Altra sconfitta per i blucerchiati, che ora si trovano sulla parte destra a 10 punti in classifica, alla pari del Milan. Grande prestazione invece del Cagliari, perfetto connubio tra difesa solidissima attacco cinico, con la rete arrivata al minuto 47 grazie all’inserimento in area dell’ex Dessena, che batte sul primo palo Berni. I sardi salgono così a 11 punti, proprio sopra la Sampdoria.

TORINO-PARMA= Perde ancora in casa il Torino, con Ventura che dopo la sconfitta con il Cagliari non riesce a trovare la quadratura del cerchio e viene sconfitto ancora per 1-3. Il Parma al contrario è in mezzo ad un buon periodo di forma, vista anche l’ultima vittoria. Le reti sono tutte del secondo tempo, con gli ospiti che vanno avanti di 3 reti (Sansone, Amauri e Rosi) e il gol della bandiera di Basha al minuto 92. In classifica il Parma sale a 12, arrivando a sole due lunghezze dalla Roma, mentre il Torino rimane fermo a 9 sotto Milan e Sampdoria.

BOLOGNA-INTER= Altra grande prestazione fuori casa per l’Inter, che colleziona un’altra vittoria (1-3) e ora avrà la prova del nove nella trasferta più difficile di tutto il campionato, quella allo Juvetus stadium. Nel primo tempo le due squadre entrano contratte e solo il gol su calcio di punizione di Ranocchia riesce a sbloccare la gara(27′), con la pala che si insacca sul secondo palo dopo una palombella. Nel secondo tempo dopo 8 minuti raddoppia l’Inter con il gol di Milito a porta vuota su assist di Palacio. Ma il Bologna non ci sta e accorcia le distanze con il colpo di testa di Cherubin (58′). i nerazzurri riescono però a chiudere la partita ancora con Palacio, che serve Cambiasso a tu per tu con Agliardi, pallonetto e 3-1 che chiude la partita. Il Bologna rimane così a 7 punti e si prepara alla trasferta di Torino, mentre l’Inter con questa vittoria è 3° da sola, vista la contemporanea sconfitta della Lazio.

NAPOLI-CHIEVO= Vittoria sofferta quella del Napoli, che nel primo tempo era riuscita a sbagliare gol a porta vuota con Maggio e Pandev e solo nel secondo è riuscita a passare in vantaggio con Hamsik (58′). Il Chievo rimane così fermo a quota 7, mentre il Napoli è sempre secondo a +1 sull’Inter e a 3 punti dalla Juventus.

ROMA-UDINESE= Nel secondo posticipo delle 20:45 si vede ancora la Roma dell’anno scorso, capace di fare e disfare alla velocità della luce: prima il doppio vantaggio firmato Lamela (22′ e 24′), poi la rimonta dell’Udinese con Domizzi su calcio d’angolo (32′) e la doppietta di Di Natale con il gol del vantaggio segnato su rigore (50′ e 88′). Con questa sconfitta la Roma è sempre più staccata dalla testa e viene superata dalla Fiorentina; per l’Udinese invece questa vittoria è un motivo di rilancio, visti i 12 punti conquistati e la possibilità di poter di nuovo lottare per qualcosa di importante.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 5 minutes, 37 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.