Lunedi, 20 novembre 2017 - ORE:06:45

Azzurri eliminati ai gironi: il commento alla partita contro l’Uruguay

italia battuta

commento alla partita

Smartwatch free

Report della partita

Ai nostri ragazzi bastava anche un pareggio per passare il turno, ma gli uomini di Tabarez hanno portato a casa il risultato. Quella giocata a Natal è stata una delle partite più brutte del mondiale brasiliano. La partita è iniziata alle 18:00 (ora italiana). Sin da subito si è capito che non sarebbe stato una partita facile . Numerosi sono stati i contrasti ed i falli tra i giocatori delle due squadre. Nel primo tempo non ci sono state molte occasioni.

Al 33′ minuto Buffon si rende protagonista di due parate meravigliose su Suarez prima e su Lodeiro dopo. Solo Pirlo con una punizione riesce a spaventare Muslera. Il portiere della celeste devia il tiro in calcio d’angolo. Il primo tempo finisce con uno 0-0 che garantirebbe all’Italia il passaggio del turno.

Il secondo tempo inizia con una sostituzione: Balotelli, già ammonito e non proprio in giornata, viene sostituito con Parolo. La seconda parte del match appare molto simile alla prima. Il gioco,a causa dei numerosi contrasti,appare spezzettato e poco entusiasmante.

Al 59′ minuto arriva la vera e propria svolta della partita. Marchisio viene espulso per un fallo su Arevalo. Il giocatore bianconero finisce con i tacchetti sul ginocchio del giocatore avversario. Il rosso diretto estratto dall’arbitro è apparso sicuramente eccessivo. La partita si fa difficile per gli azzurri che in 10 sono costretti a difendersi.

Tabarez decide di inserire un’altra punta, Stuani, e di dar inizio all’assedio. Suarez è ancora protagonista di un’azione che al 65′ minuto impegna Buffon. Il portiere della nazionale,ancora una volta strepitoso, salva su un tiro d’esterno dell’attaccante del Liverpool.

Il goal di Godin

All’83’ il sogno mondiale dell’Italia finisce. Godin, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, svetta più in alto di tutti e di testa porta l’Uruguay in vantaggio. Nonostante i 5 minuti di recupero e i tentativi nel finale degli azzurri di pareggiare il risultato, la partita finisce con la vittoria degli uomini di Tabarez.

Commento alla partita

Una sconfitta che porta con sé tanta rabbia e delusione. L’Italia dopo la prima vittoria contro l’Inghilterra poteva superare il turno, ma così non è stato.

L’Italia poteva fare sicuramente di più. Numerosi sono stati i fattori che hanno contribuito all’esclusione dell’Italia. L’arbitraggio del direttore di gara messicano non è sicuramente stato dei migliori.

L’espulsione di Marchisio è apparsa sicuramente eccessiva. Nessuno sa cosa sarebbe successo se l’Italia avesse giocato tutta la partita con 11 uomini, ma ,forse,il risultato sarebbe stato diverso. Nonostante ciò, la nostra nazionale non può giustificarsi con le ingiustizie arbitrali. L’Italia aveva tutti gli strumenti per poter vincere contro la celeste e passare il turno.

La difesa a 3 del blocco Juve (Barzagli-Bonucci-Chiellini) si è rivelata affidabile. Il vero punto debole dell’Italia, nella partita di Martedì, è stato sicuramente l’attacco. La coppia Balotelli-Immobile è stata inesistente, non si è mai fatti vedere dalle parti di Muslera. Balotelli ha perso un’altra occasioni per dimostrare le sue qualità. Il mondiale poteva essere la vetrina ideale per mettere in mostra tutto il suo talento e potenziale. Il centrocampo, invece, ha fornito buoni segnali. Pirlo ha dimostrato di essere l’univo vero “top-player”, insieme a Buffon,della nostra nazionale,peccato per il suo ritiro dalle competizioni nazionali.

Verratti ha dimostrato che può essere il degno erede di Pirlo,mettendo in mostra tanto talento e sicurezza. Ovviamente l’uscita prematura dal mondiale ha lasciato alcuni strascichi. Prandelli ha dato le dimissioni addossandosi le responsabilità per il fallimento degli azzurri. Lo spogliatoio della nostra nazionale ora appare spaccato. Le dichiarazioni di Buffon e De Rossi contro i “calciatori figurine” sono la piena espressione di questa divisione . Ora c’è da ricostruire innanzitutto un gruppo e poi la squadra. E’ partita la caccia al successore di Prandelli.

l “fortunato” dovrà decidere se puntare ancora su Balotelli o no. La punta del Milan appare sempre di più come un “top player mancato” Una chiosa merita sicuramente il morso di Suarez a Chiellini. Il giocatore del Liverpool non è nuovo a questi episodi. Il suo talento non viene messo in discussione, ma la sua condotta è ciò che più di antisportivo vi è al mondo. Il suo indiscutibile talento non giustifica il suo comportamento in campo. Il mondiale è finito,ma le qualificazione ai prossimi europei iniziano già da settembre. Speriamo che la musica cambi per l’Italia nel prossimo futuro.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 4 minutes, 25 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.