Domenica, 23 luglio 2017 - ORE:06:44

Del Piero, Juventus 2-1 contro la Lazio


Mancano 8 minuti circa più recupero alla fine della partita; il punteggio è sempre bloccato sull’ 1 a 1 e il Milan, reduce dalla vittoria contro il Chievo, si trova 2 punti più avanti in classifica, davanti a tutti. La responsabilità è grande, ma il “ragazzo” di 38 anni che si appresta a battere la punizione ha le spalle larghe e si assume l’onere di tirare; d’altronde, il calcio piazzato è una sua specialità. Una breve rincorsa e l’impatto col pallone: la palla che gira, supera la barriera e si va infilare laddove Marchetti non si sarebbe mai aspettato. E poi è il caos: l’urlo liberatorio, la corsa e la linguaccia ormai divenuta esultanza storica, gli abbracci con i compagni, l’allenatore e i tifosi che impazziscono. Tutto questo grazie ad un giocatore che va al di là del semplice uomo di sport : Alessandro Del Piero.
Possiamo discutere del posizionamento della barriera, della scarsa attenzione del portiere, di molte cose; ma il gesto tecnico di Alex è un concentrato di tecnica e furbizia calcistica che solo i grandi possiedono e sfoderano nei momenti più importanti. Il capitano, infatti, non ne poteva trovare uno più adatto: la partita, dominata da una Juventus sciupona, era stata rimessa in carreggiata per la Lazio da un bel colpo di testa di Mauri nell’unica azione offensiva degna di nota della squadra biancoceleste.

“Pareggiare questa partita o perderla sarebbe stato un ‘suicidio’ calcistico dopo il primo tempo che abbiamo fatto” dirà giustamente il numero 10 bianconero subito dopo il triplice fischio finale. Invece, come detto, la perla del fantasista ha aggiustato le cose, andando ad aumentare il bottino di reti con la maglia della Juventus (288) e impreziosendo il nuovo record di presenze ( 700 ufficiali con la Vecchia Signora). Ma soprattutto, ha riportato la sua squadra in vetta alla classifica, facendo riuscire il controsorpasso ai danni del Milan con un margine di un punto sui rivali rossoneri. Un gol che, insomma, potrebbe risultare decisivo a breve ma soprattutto a lungo termine per le sorti del campionato, visto che ha permesso di sconfiggere la Lazio di Reja, ritenuta il maggiore scoglio da superare, da qui alla fine del campionato, per la squadra del presidente Agnelli.
Già, quel l’ Andrea Agnelli che a settembre aveva annunciato che questa annata sarebbe stata l’ultima, con la casacca della Juventus, per Del Piero. Dichiarazioni pesanti, ritenute da molti figlie di frettolosi ragionamenti e di una voglia di rinnovamento eccessiva, che non avrebbe dovuto mettere in discussione una figura come quella del capitano, da sempre idolo dei milioni di tifosi juventini. Alex però non si è scorraggiato, dannandosi l’anima per ritagliarsi un ruolo in questa Juve tornata a lottare per qualcosa di importante e arrivando a risultare, come nelle sue più belle stagioni, decisivo e importante per questo gruppo.

“Il mio discorso personale e quello della Juve vanno insieme, è un momento meraviglioso per noi, che scatena energie e gioia” dichiara nel post-partita, stanco ma ovviamente felice per la vittoria e il sigillo personale. Interrogato, poi, sul suo “domani” calcistico, afferma : “Il mio futuro è il presente, penso alla coppa Italia, allo scudetto e a Cesena, la prossima partita. E’ l’ultimo mio anno di calcio giocato? Giocherò ancora, giocherò ancora”. Resta da capire dove; i supporters bianconeri chiedono a gran voce il rinnovo del contratto, resta da vedere se la presidenza della squadra cambierà idea.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 45 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.