Lunedi, 25 settembre 2017 - ORE:04:38

Le italiane in Europa League 2014: Fiorentina-Juventus, Napoli-Porto

fiorentina-juventus

fiorentina-juventus

Pirlo regala la qualificazione ai bianconeri in Fiorentina-Juventus, la Fiorentina è fuori

I viola, spinti dal calore dei loro tifosi e dal piccolo vantaggio scaturito dal risultato di andata (1-1), cercano di strappare il biglietto con destinazione “Quarti di Finale”. La Juventus deve dimostrare a se stessa e a tutti gli appassionati di calcio che può farsi valere anche in Europa, non solo in Italia.
Mister Conte ha deciso di affidarsi ai titolarissimi della sua “corazzata”, con la sola sorpresa di Isla preferito a Lichtsteiner, che gli hanno permesso di accumulare un piccolo vantaggio sulla seconda classificata nel campionato italiano. Montella propone dal primo minuto in campo l’autore del gol del pareggio nel match di andata, ovvero Mario Gomez. Lo sloveno Ilicic sarà il suo supporto in attacco. La Fiorentina si rende subito pericolosa al 3° minuto con Gomez, che servito da Borja Valero, calcia la palla di poco al lato.
La squadra allenata da Montella per 20 minuti è stata assoluta padrona del campo, costringendo i bianconeri perlopiù a difendersi. Ma la reazione bianconera non si fa attendere, la Juventus inizia a fare possesso palla ed a mettere alle strette i viola. La Vecchia Signora si fa vedere un paio di volte dalla parte di Neto con Pogba, rispettivamente al 22° (il giocatore francese prova un pallonetto d’esterno finito fuori ,dopo aver stoppato la palla in area) ed al 23° (Neto compie un miracolo sul colpo di testa del centrocampista bianconero, ma il gioco era fermo per un fuorigioco dello stesso giocatore francese).
Un primo tempo estremamente equilibrato dove le due squadre si sono alternate nella gestione di una partita non facile. Infatti Pizarro al 27°  minuto prova un tiro da fuori che finisce di pochi centimetri al lato. Al regista viola risponde Tevez, autore al 37° ed al 42° minuto di due ottime giocate che hanno fatto tremare i viola.
La prima frazione di gara si chiude sullo 0-0.

Il secondo tempo vede una Juventus molto più “feroce” rispetto al primo tempo ed una Fiorentina un po’ più passiva. Ancora Tevez, innescato da Llorente, tenta un tiro deviato in angolo. Dobbiamo attendere il 50° minuto per ritrovare gli uomini di mister Montella dalle parti di Buffon. Borja Valerio tira la punizione che il fallo di Vidal commesso su Cuadrado ha procurato ai viola. Il tiro è troppo debole per impensierire il numero uno della Juventus. Il secondo tempo risulta sicuramente più piacevole del primo, grazie anche ai ritmi alti a cui si sono affrontati le due squadre. La partita si sblocca al 68° minuto. Llorente viene atterrato al limite dell’area da Gonzalo Rodriguez. Il difensore dei viola viene espulso dall’arbitro Webb per somma di ammonizioni. Sulla battuta si presenta Andrea Pirlo che, con un dei suoi colpi su punizione, zittisce il “Franchi”. La Juventus passa in vantaggio e la Fiorentina con un uomo in meno pare incapace di reagire. Vidal al 90° minuto poteva mettere la parola fine alla partita, ma di testa sbaglia un gol a porta vuota. La partita finisce 1-0. Pirlo regala, con una perla su punizione, la qualificazione ai suoi compagni. I giocatori viola vengono applauditi dal loro pubblico per tutto ciò che hanno messo in campo.

Un bel Napoli eliminato dalla Europa League

Nello stesso giorno hanno giocato anche Napoli-Porto, al San Paolo c’è stato il tutto esaurito e gli azzurri hanno provato a ribaltare il risultato dell’andata (1-0). Un’impresa sicuramente non impossibile per i Partenopei. Benitez e tutti i suoi giocatori credono nel passaggio del turno. Il Porto si presenta a Napoli senza due pedine molto importanti all’interno del loro scacchiere, ovvero il portiere Helton, il quale ha riportato la rottura del tendine di Achille, e l’esterno Alex Sandro.

Il Napoli si rende subito un pericolo e mostra la sua voglia di continuare nella competizione europea. Già al 2° minuto Mertens prova in scivolata a segnare, ma la palla finisce fuori. Per 20° minuti il Napoli ha cercato il vantaggio. Vantaggio che si è concretizzato al 21° minuto grazie al gol di Pandev. Il giocatore macedone,ricevuto l’assist con il contagiri dal compagno Higuain, con un tocco morbido fredda il portiere dei “dragoes”.
Galvanizzati dal vantaggio, il Napoli continua a spingere e più volte ha avuto la possibilità di raddoppiare. Al 38° minuto Mertens, con un tiro al volo, prova a battere Fabiano, ma il portiere del club portoghese risponde bene. Il primo tempo si conclude con un Napoli che ha dominato ed un Porto quasi inesistente.
Il secondo tempo inizia con il Napoli in vantaggio per 1-0 e sempre all’attacco. Al 51° minuto Insigne prova a firmare anche lui il tabellino con un colpo di testa, ma Fabiano si fa trovare pronto. Il Porto tenta una reazione e si presenta davanti alla porta di Reina con una punizione di Quaresma indirizzata alla testa di Carlos Eduardo. Il giocatore dei “dragoes” non trova la porta. L’incubo degli azzurri inizia al 69° minuto. Ghilas, appena entrato, batte Reina con un potente e preciso tiro rasoterra. Il Porto diventa sempre più pericolo ed al 76° minuto trova il raddoppio grazie alla stupenda azione di Quaresma che, dopo aver saltato due uomini, con un destro potentissimo, fredda Reina per la seconda volta. Dopo alcune occasioni molto limpide, gli azzurri trovano il pareggio al 92° minuto con Zapata, entrato al posto di Higuain. Un pareggio che risulta inutile. Una bella partita disputata dai giocatori azzurri non è servita a passare il turno. Resta l’amaro in bocca per le troppe occasioni sprecate.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 5 minutes, 21 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.