Lunedi, 25 settembre 2017 - ORE:19:02

Euroderby e Europa League 2014: la competizione è alle stelle

europa league

europa league 2014

Giovinco brilla nella bolgia turca dell’Europa League 2014

Tutto facile per la Juventus in Turchia. Bastano trenta minuti ai bianconeri per chiudere la pratica Trabzonspor e superare il turno.
A Trebisonda il clima sugli spalti è caldissimo; il rumore assordante. Gli uomini di Conte però non si lasciano intimorire dall’entusiasmo dei turchi e con autorità ripetono il 2-0 dell’andata che li lancia agli ottavi.
Il 17° centro stagionale di Vidal (niente male se si pensa che è un centrocampista…) e Osvaldo, imbeccato perfettamente da Giovinco, sanciscono il 2-0 finale.

juve

Conte può essere soddisfatto della prestazione dei suoi, anche delle “seconde linee” meno schierate in campionato. Tra queste ha brillato su tutti Sebastian Giovinco, autore di una prova molto convincente come trequartista. Da uomo assist ha funzionato alla grande, un po’ meno da finalizzatore d’area. Una “formica atomica” comunque in netta crescita dopo i fischi ricevuti a Torino negli ultimi tempi.

Fiorentina: poco più di una passeggiata

fiorentina europa league 2014

Dopo il 3-1 conquistato in Danimarca, era lecito non attendersi una partita scoppiettante al Franchi per il ritorno dei sedicesimi.
E in effetti i viola hanno pensato soprattutto a controllare la gara, cercando di non sprecare troppo energie in vista del campionato. (Vuoi saperne di più sulla Fiorentina? Clicca qui)
L’1-1 finale consente alla squadra di Montella di volare agli ottavi per la super sfida tutta italiana contro la Juventus.
Le reti del match sono firmate da Ilicic (punizione deliziosa col mancino) e di Vestergaard per gli ospiti a recupero inoltrato.
Poco male il pareggio; la qualificazione la Fiorentina se l’era già guadagnata in Danimarca.
E ora sotto con la Juventus, sarà un Euroderby di fuoco. Si comincia giovedì 13 marzo con la gara d’andata a Torino.
Si prevedono scintille.

Napoli-Porto: Una sfida da Champions League

Napoli, che fatica con lo Swansea!

Ce la fa a qualificarsi agli ottavi di Europa League anche il Napoli, che al San Paolo vince contro lo Swansea 3-1 e si guadagna il biglietto per il big match con il Porto.

napoli europa league 2014

Hanno dovuto sudare e soffrire parecchio però i ragazzi di Benitez prima della gioia liberatoria finale. Superare i gallesi è stato più complicato del previsto, tanto che ad un quarto d’ora dalla fine erano proprio gli ospiti ad essere virtualmente qualificati.
Nel primo tempo Lorenzo Insigne regala la prima gioia agli azzurri al 16′, ma bastano meno di quindici minuti allo Swansea per trovare il pareggio con De Guzman.
La partita è complicata ed il tempo passa. I fantasmi di un’eliminazione dalla coppa si intravedono, ma al 75′ la zampata del campione allontana la paura. Gonzalo Higuain, sempre lui, scaraventa in rete un pallone vagante in area e fa esplodere il San Paolo.
Lo Swansea prova il tutto per tutto e va vicinissimo al gol; ci pensa però un super Reina a dire di no agli attacchi gallesi. Il gol della tranquillità arriva al 93′ in contropiede con Inler.

Napoli agli ottavi per una doppia sfida col Porto. Due escluse eccellenti dalla Champions League una di fronte all’altra per un posto nei quarti.

Lazio, che beffa! Tre gol non bastano per qualificarsi

lazio europa league 2014

Se a Edy Reja avessero detto che la Lazio non avrebbe passato il turno pur segnando tre gol in trasferta probabilmente si sarebbe messo a ridere.
E invece per il tecnico biancoceleste l’incubo si materializza. Dopo lo 0-1 dell’Olimpico, in Bulgaria finisce 3-3 con la Lazio che deve dire addio al suo cammino in Europa.

Se si sommano le due partite si può affermare che il Ludogorets supera il turno meritatamente, anche grazie ai troppi errori commessi dalla Lazio.
In Bulgaria protagonista negativo è il portiere Marchetti, che nel secondo tempo interviene in modo estremamente goffo e insicuro su una conclusione da lontano di Zlatinski. Il portiere indietreggia e pare bloccare il pallone dietro la linea della sua porta. Tutt’altro che perfetta anche l’uscita in occasione del 3-3 del Ludogorets.

Le reti di Keita, Perea e Klose non sono sufficienti per evitare l’eliminazione.
Ora resta la corsa all’Europa in campionato per salvare una stagione che fino a questo momento sta regalando davvero poche gioie ai tifosi biancocelesti.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 4 minutes, 12 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.