Mercoledi, 16 agosto 2017 - ORE:23:43

Europa League: Juve e fiorentina salvano la settimana europea

Juventus Trabzonspor europa league

Juventus Trabzonspor europa league

Osvaldo: un gol per Prandelli nell’Europa League

Juventus cannibale in Italia e in Europa? Non proprio, ma alla fine il risultato è ciò che conta.
Nei sedicesimi di finale di Europa League la squadra di Conte supera per 2-0 il Trabzonspor, ma non senza fatica, rischiando nel finale di subire un pareggio che avrebbe complicato terribilmente la qualificazione.
I turchi si sono dimostrati giocatori tosti e soprattutto in buona condizione atletica, uscendo a testa alta dal fortino bianconero. Un gol annullato quantomeno dubbio e qualche altro brivido vicino alla porta di Buffon ne sono la dimostrazione.
Ci hanno pensato però Osvaldo, alla sua prima rete con la Juve, e Pogba, gol scaccia guai al 93′ dopo un grande recupero di un indiavolato Tevez, a regalare una preziosa vittoria agli uomini di Conte, pronti a volare in Turchia la prossima settimana per centrare gli ottavi.

osvaldo

Arrivato a sorpresa nel mercato di gennaio, Osvaldo potrebbe essere una carta in più per la Juve sia in campionato che in Europa. Dopo il turbolento periodo trascorso in Inghilterra, condito più da risse e litigi che da calcio giocato, l’attaccante italo-argentino avrà a disposizione i prossimi mesi per mettersi in mostra e guadagnarsi la convocazione di Prandelli ai prossimi Mondiali.
Considerata la carenza di giocatori d’attacco nella nostra Nazionale, per lui la maglia azzurra appare più che probabile.

Fiorentina corsara in Danimarca

Tre gol in quindici minuti, poi la rete che chiude il discorso qualificazione.
E’ questo in sintesi quello che accade a Esbjerg, dove la Fiorentina supera i padroni di casa per 3-1 e intravede gli ottavi di finale di Europa League.

Fiorentina Esbjerg europa league
In avvio i viola si portano subito in vantaggio con Matri, ma dopo meno di due minuti i danesi pareggiano con Pusic. La squadra di Montella però non si scompone e trova la rete del 2-1 con Ilicic. A chiudere i conti, sempre nel primo tempo, ci pensa Alberto Aquilani su rigore proprio nel miglior momento dell’Esbjerg.
Un risultato che dà una certa tranquillità ai viola in vista del match di ritorno al Franchi.
A questo punto il derby italiano con la Juventus agli ottavi diventa una possibilità sempre più concreta.

Milan Atletico Madrid champions

Che beffa per il Milan

L’unica formazione italiana impegnata in Champions League esce dal campo tra gli applausi, ma gli sforzi profusi non sono premiati dal risultato finale.
Il miglior Milan della stagione, decisamente trasformato rispetto a quello sbiadito e pasticcione di campionato, mette sotto l’Atletico Madrid per gran parte dei 90′ minuti, ma poi, complice un calo fisico e una disattenzione difensiva, subisce il beffardo gol di Diego Costa che complica terribilmente il discorso qualificazione.
Un palo, una traversa, i miracoli del portiere Courtois, ma il gol non è arrivato. Peccato, perché i rossoneri se lo meritavano davvero. Un primo tempo sontuoso per gli uomini di Seedorf, capaci di mettere sotto la prima della classe della Liga spagnola grazie alle giocate di Kakà, Taraabt, Balotelli e Poli.
Nel calcio però, come spesso accade, quando non si capitalizza e si sprecano diverse occasioni, la beffa è dietro l’angolo. E così è stato per i rossoneri, che ora saranno chiamati a ribaltare lo 0-1 di San Siro nell’infuocato stadio spagnolo Vicente Calderon. Impossibile? Non se il Milan sarà lo stesso dell’andata. La certezza però è una: servirà una vera e propria impresa.

Napoli e Lazio confidano nel ritorno

Un Napoli decisamente meno spumeggiante di quello visto in Coppa Italia e a Reggio Emilia non va oltre lo 0-0 in casa dello Swansea, rimandando l’esito dei sedicesimi di finale alla partita di ritorno al San Paolo.
Alla fine dei conti, considerati i diversi interventi dei due portieri azzurri Rafael e Reina (il primo uscito a fine primo tempo per infortunio), il risultato maturato in Galles può anche soddisfare il tecnico Benitez; meno il gioco espresso dalla sua squadra, che se vuole sperare di fare strada in Europa League dovrà decisamente cambiare faccia in futuro.

napoli

Giovedì prossimo i partenopei avranno solo un risultato per accedere agli ottavi: la vittoria.
Con un alleato come il San Paolo, tutto potrebbe diventare più semplice per Higuan e compagni.

Cosa che invece non si può dire per la Lazio, sconfitta a sorpresa 1-0 a Roma dai bulgari del Ludogorets.
All’Olimpico succede di tutto. Berisha para un goffo rigore dei bulgari (tentativo di cucchiaio), ma si arrende di fronte al gran tiro di Bezjak a fine primo tempo.
I biancocelesti hanno la grande occasione del pareggio, ma Felipe Anderson spreca tutto e si fa parare un rigore. Poi sale il nervosismo e il direttore di gara estrae due cartellini rossi (uno al Ludogorets e uno a Cavanda).
Il gol però non arriva e per la squadra di Reja conquistare gli ottavi ora diventa molto complicato. La Lazio in Bulgaria può farcela, ma deve sperare in qualche giocata dei suoi uomini di punta: Miro Klose in primis.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 5 minutes, 6 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.