Giovedi, 21 settembre 2017 - ORE:21:19

Il Brasile dei recond…Negativi

brasile

brasile

La caduta degli dei. O meglio, la caduta di quelli che si pensava fossero dei, passati in poche ore dal possibile Paradiso dell’immortalità calcistica, all’Inferno della vergogna e dell’umiliazione.
Il “Mondiale dei Mondiali”, quello che un intero popolo aspettava con ansia da anni, quello organizzato nella patria del calcio per eccellenza, poteva essere un possibile sogno da raccontare ai nipotini; invece si è trasformato per il Brasile in un incubo inimmaginabile, con un finale horror impossibile da dimenticare in futuro.

Anche se per gli esperti la Germania appariva una squadra ben più in palla e organizzata dei padroni di casa, nessuno avrebbe mai immaginato una batosta storica di queste proporzioni per il Brasile.
Una squadra completamente allo sbando, infilata a ripetizione dai tedeschi come la peggior compagine delle categorie amatoriali.
Cinque gol in neanche trenta minuti; sette alla fine. E potevano essere addirittura otto se Ozil non si fosse divorato una rete nel finale davanti a Julio Cesar.
Una Germania ingorda, mai sazia, che si è letteralmente “mangiata” una squadra completamente in bambola, incapace di rialzarsi, protagonista di un’autentica figuraccia davanti a un’intera nazione, la peggiore di tutti i tempi sul piano sportivo.
Perché perdere 7-1 in casa, con un intero stadio dalla tua parte e milioni di connazionali in tutto il paese pronti a sostenerti moralmente, rappresenta un’umiliazione incredibile per chi sperava di alzare la Coppa più importante.
Scolari, tecnico protagonista di scelte tecniche e tattiche scellerate, e tutti i giocatori protagonisti di questa clamorosa mazzata, si porteranno dietro per sempre questa macchia nera sulle proprie spalle. Una macchia di vergogna che al di là dei futuri successi sportivi rimarrà stampata in modo permanente sulle loro carriere.
Il Brasile del 2014 sarà ricordato come “quello del 1-7 contro la Germania” e come il peggior Brasile di sempre nella storia dei Mondiali di calcio.

I record negativi del Brasile dopo l’1-7 contro la Germania

1) Peggior sconfitta della storia della Nazionale brasiliana
I verdeoro non avevano mai subito sette gol in una partita ufficiale. Per trovare una sconfitta con sei gol subiti bisogna andare indietro di quasi 100 anni, al 1920 e alla sconfitta per 6-0 contro l’Uruguay.

2) Peggior sconfitta di sempre del Brasile ai Mondiali
Nella storia dei Mondiali di calcio non aveva mai subito un’umiliazione di tale portata.
Niente a che vedere con la peggior sconfitta precedente durante una Coppa del Mondo, lo 0-3 con la Francia nel 1998

3) Peggior sconfitta casalinga di ogni epoca
Per il Brasile, quello allo stadio Mineirão di Belo Horizonte contro i tedeschi, è il k.o. più largo di sempre subito davanti al pubblico di casa.
In precedenza i verdeoro erano stati umiliati 5-1 dall’Argentina nel 1939 e 6-0 dall’Uruguay nel 1920. Incassare sette gol in Brasile però non era mai accaduto

4) Mai nessuno ai Mondiali aveva subito 5 gol in così pochi minuti
La goleada inflitta dalla Germania già nel primo tempo (5-0), è la più veloce di sempre nella storia dei Mondiali. Al 29′ del primo tempo infatti, tra l’incredulità e lo sconcerto generale, Khedira segnava il gol del 5-0 mandando all’inferno i carioca.
Per un solo minuto il Brasile conquista anche questo record negativo: era il 30′ del primo tempo infatti, quando, la Jugoslavia siglava il 5-0 contro lo Zaire nel 1974

5) Il k.o. più pesante mai avvenuto in una semifinale mondiale
Nessuna squadra aveva mai subito un’umiliazione del genere durante una semifinale di Coppa del Mondo. Sette gol in una partita così importante sono un triste primato che il Brasile si porterà a dietro per tanto tempo, forse per sempre.
In passato si era arrivati a 6 gol in altre tre occasioni: 6-1 per l’Uruguay contro la Jugoslavia e per l’Argentina contro gli Usa nel 1930, e stesso risultato per la Germania Ovest contro l’Austria nel 1954

6) Peggior sconfitta di tutti i tempi per la squadra organizzatrice del Mondiale
L’incredibile 1-7 subito dalla Seleção rappresenta anche la debacle peggiore di sempre per una nazionale ospitante. In passato si era registrato al massimo uno scarto di tre gol: Svizzera-Brasile 2-5 (1958), Messico-Italia 1-4 (1970) e Sudafrica-Uruguay 0-3 (2010)

7) Da 39 anni il Brasile non perdeva in casa in partite ufficiali
Era un bel po’ di tempo che i tifosi carioca non vedevano perdere la propria nazionale in partite casalinghe di competizioni ufficiali. Bisogna tornare infatti al 1975 per trovare la precedente battuta d’arresto casalinga: l’1-3 contro il Perù in occasione della semifinale della Coppa America.
Dove? Nella stessa città teatro della fresca umiliazione contro la Germania: Belo Horizonte



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 4 minutes, 32 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.