Domenica, 25 giugno 2017 - ORE:00:24

Le nostre protagoniste tra calcio giocato e mercato invernale

balotelli

balotelli
In appena poche ore il calcio italiano è tornato a brillare come una delle stelle più prestigiose del firmamento continenatale, in una giornata contraddistinta da due eventi sicuramente molto rilevanti, in grado di restituirgli, almeno per una notte, il fascino di un tempo: è quanto emerso da un finale di gennaio emozionante e tutt’altro che “invernale”, tra colpi di scena davvero inaspettati e verdetti al cardiopalma che hanno riacceso l’ottimismo e sovvertito i pronostici di molti tifosi.

Balotelli al Milan: Il calcio, lo si sa, è sempre stato un gioco di imprevisti, ma oggi è diventato impossibile prevedere anche tutto quello può accadere al di fuori del rettangolo di gara: la notizia bomba che arriva nel pomeriggio di ieri, riguarda il mercato ed è di quelle che fanno esplodere di una gioia mista a incredulità i tifosi milanisti, informati di un’ufficialità che le loro speranze avevano già abbandonato se non addirittura mai considerato: Mario Balotelli torna a Milano, questa volta sponda rossonera, dopo un’avventura all’estero durata quasi tre anni con i “citizens” di Roberto Mancini, condita da continui alti e bassi per le sue “inadempienze” al ruolo di professionista.

Diverbi con Mancini: Molto probabilmente, infatti, la causa che avrebbe spinto il Manchester City a considerare realmente l’ipotesi di cessione di super Mario al club milanese, risiederebbe principalmente nel rapporto conflittuale che il giocatore soffriva con il tecnico italiano alla guida della squadra inglese. Un grande colpo, dunque, per la società di Via Turati, brava a far leva su questo aspetto, ad incontrare la piena disponibilità del forte attaccante all’abbassamento del suo ingaggio, e a trovare l’accordo con gli sceicchi arabi del City per un pagamento rateizzato (+bonus), il tutto prima che questa sessione di mercato, ormai volta alla conclusione, entrasse nella sua fase più rovente.

Il calcio giocato (Lazio-Juve): A proposito di finali incandescenti e rocamboleschi, ieri sera è andata in scena la semifinale di ritorno di Coppa Italia. Dopo l’ 1-1 nel match di andata a Torino, tra Juventus e Lazio, nel ritorno all’Olimpico sono stati i biancocelesti, padroni di casa, ad imporsi per 2-1. Incredibile quello che accade nei sei minuti di recupero dopo il novantesimo. la Lazio che conduceva per 1-0 grazie ad un gol di Gonzales nella ripresa, subisce il pareggio di Vidal al 92′, e quando ormai si profilavano i supplementari, ecco che arriva, un minuto più tardi, la rete di testa di Floccari che fa letteralmente esplodere gli oltre 60mila supporters di casa.

A quel punto si pensava che tutto fosse finito, ma nell’ultimo minuto di extratime, questo lo hanno pensato soprattutto i tifosi laziali, quando Giovinco prima, e Marchisio poi si divorano l’occasione per un pari che avrebbe regalato alla Juve la finale di Tim Cup.

All’atto conclusivo della  competizione accede invece la squadra biancoceleste che vede la possibilità di giocarsi un derby cittadino con la Roma in finale.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 19 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.