Sabato, 18 novembre 2017 - ORE:10:59

Trentunesima giornata di Serie A: una Juve al tappeto, una Roma gloriosa, a seguire Lazio e Milan

juve al tappeto

juve al tappeto

Napoli scatenato, Juve al tappeto

Callejon-Mertens: notte da sogno al San Paolo. Dopo 22 risultati utili consecutivi la Juventus cede per la seconda volta in campionato.
Merito di un Napoli versione “grandi occasioni”, che domina i campioni d’Italia per gran parte della partita e li trafigge per due volte con Callejon e Mertens.
Lo spagnolo, in leggera posizione di fuorigioco, capitalizza al meglio un bel cross di Insigne nel primo tempo; il belga, da poco entrato in campo, si inventa a dieci minuti dalla fine un gran gol dopo aver eluso il tentativo di Marchisio.
Le parate di Buffon nel primo tempo evitano la goleada ad una Juventus apparsa in grande difficoltà al San Paolo. Probabile che la condizione fisica stia venendo meno, con le tante partite ravvicinate che sembrano cominciare a pesare anche sui campionissimi allenati da Conte.
Il vantaggio dalla Roma rimane comunque rassicurante per i bianconeri (+11 prima del recupero Roma-Parma di mercoledì) che saranno certamente caricati a mille dal proprio traghettatore per il finale di stagione.
Il Napoli da parte sua vive una serata da ricordare, blindando il terzo posto e lasciando ancora viva la speranza di agguantare il secondo (difficile visto il passo della Roma…).
La squadra di Benitez, come del resto aveva già fatto in Champions League, ha dimostrato di essere una formazione di alto livello, dove i campioni non mancano.
I 17 punti di distacco dalla Juve però, sono il miglior dato per capire la mancanza di continuità nel corso della stagione, problema principale per un Napoli ambizioso come il proprio presidente.

Smartwatch free

La Roma con il “giallo rigore” continua il suo superbo cammino

Se mercoledì la Roma supererà il Parma nel recupero di campionato si porterà a 8 punti dalla Juventus. Un distacco ancora enorme dai bianconeri anche se i giallorossi, fino a quando la matematica non li condannerà, danno l’impressione di volerci provare.
Lo scudetto è già 3/4 bianconero, tuttavia Rudi Garcia può davvero essere soddisfatto per quanto stanno facendo i suoi.
Contro un Sassuolo sempre più vicino al ritorno in serie B, la Lupa vince 2-0 grazie alle reti di Mattia Destro (10° gol stagionale, 4° di fila per l’attaccante che sogna il Mondiale) e nel finale del brasiliano Bastos, al primo gol con la maglia giallorossa.
Gli strascichi polemici però non sono mancati in questa partita con il “giallo” del rigore dato-non dato al Sassuolo. Protagonista di questo episodio al limite del paradossale è l’arbitro Rizzoli (l’unico arbitro italiano ai Mondiali) che al 36′ del primo tempo perde quasi cinque minuti per prendere una decisione sul contatto tra Sansone e Benatia. Lascia correre, poi su segnalazione dell’arbitro di porta assegna il rigore al Sassuolo. I giocatori della Roma esplodono e Rizzoli a quel punto si mette a parlare con il guardialinee e con i giocatori, soprattutto con Sansone protagonista dell’episodio.
Alla fine, dopo un tempo interminabile e inaccettabile per un arbitro di questi livelli, decide di scodellare la palla senza assegnare il rigore al Sassuolo.
Rivedendo le immagini decisioni giusta, ma paradossale il modo in cui sia stata gestita.

Spareggio Europa alla Lazio, ma l’Atalanta sogna

Con la Fiorentina che non va oltre lo 0-0 a Marassi contro la Sampdoria al termine di una partita comunque divertente, i riflettori della zona Europa erano puntati sullo “spareggio” Lazio-Parma, partita chiave per le ambizioni di entrambe le squadre.
Gara rocambolesca quella dell’Olimpico; tanti gol ma non un bello spot per il calcio italiano, con errori a ripetizione da entrambe le parti e occasioni clamorose sciupate davanti ai portieri.
Quello che conta però è il risultato finale. La Lazio vince 3-2 proprio all’ultimo respiro, con un gol al 94′ di Candreva che punisce un Parma irriconoscibile in difesa.
In precedenza c’erano stati i gol di Lulic (incertezza di Mirante), Biabiany, Klose e il clamoroso autogol di Ciani dopo la papera di Marchetti.
Dopo 17 risultati utili consecutivi gli emiliani rimediano il secondo ko consecutivo. Che sia finita la magia per la squadra di Donadoni?
La Lazio invece, pur senza l’apporto dei suoi tifosi, si rifà sotto minacciosa portandosi a soli due punti dal sesto posto.

Nella lotta per l’Europa Lague però, si inserisce prepotentemente una super Atalanta, settima ad una sola lunghezza dal Parma e dalla zona Europa.
Gli uomini di Colantuono sono carichi a mille e sulle ali dell’entusiasmo stanno inanellando una vittoria dopo l’altra. A Bologna i bergamaschi portano a casa il sesto successo consecutivo (record per la squadra in serie A), dando un segnale importante per la rincorsa all’Europa League.
A condannare un Bologna sempre più invischiato nella zona retrocessione, ci hanno pensato il gioellino De Luca ed il paraguaiano Estigarribia.
Prossimo turno per i bergamaschi la sfida interna col Sassuolo: occasione ghiotta per incrementare un bottino impensabile a inizio campionato.

kaka

300 volte Kakà: il Milan si rialza e risale in classifica

Non poteva festeggiare al meglio Ricky Kakà la sua trecentesima presenza con la maglia del Milan.
Due gol, uno dei quali da grande campione con tiro da fuori a girare con portiere immobile, e vittoria scaccia-crisi per i rossoneri dopo le critiche feroci di qualche settimana fa.
Dopo il successo di Firenze, il Diavolo riesce finalmente a centrare due vittorie consecutive dopo tanto tempo e a tenere vive le speranze Europa (42 punti e -5 dal 6° posto).
Seedorf può gioire per il 3-0 rifilato al Chievo e per il ritorno al gol di Balotelli, che nel primo tempo segna un bel gol al volo da dentro l’area portando a 13 il suo bottino in campionato.
Altro segnale positivo è la difesa inviolata per la seconda gara di fila, quasi un evento se si pensa ai 43 gol subiti e alle enormi lacune mostrate negli ultimi mesi dalla retroguardia rossonera.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 5 minutes, 36 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.